BEIRUT - Sanaa ha affermato oggi di essere in "guerra aperta" contro al Qaida, ma nel contempo i dignitari religiosi ha affermato che la guerra santa sarebbe "un dovere di tutti i musulmani" se un Paese straniero intervenisse militarmente nello Yemen.
"La guerra che le forze di sicurezza hanno lanciato contro elementi di al Qaida è sempre aperta e ovunque scovino tali elementi" ha affermato una anonima fonte della sicurezza citata dal quotidiano del ministero della difesa, il '26 Settembre'.
La stessa fonte ha quindi ammonito i cittadini yemeniti a "non nascondere elementi di al Qaida" e al contrario di informare le forze di sicurezza qualora ne individuassero.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.