Navigation

Yemen: rapporto Onu, centinaia di morti e migliaia di feriti

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 settembre 2011 - 14:21
(Keystone-ATS)

"Centinaia di persone sono state uccise e migliaia ferite" in Yemen, afferma un rapporto delle Nazioni Unite che critica l'uso eccessivo e sproporzionato della forza letale da parte dello stato contro le manifestazioni pacifiche.

Il rapporto - elaborato da una Missione di valutazione dell'Alto commissariato Onu per i diritti umani e presentato oggi a Ginevra - osserva che sia il governo che alcuni oppositori armati hanno tentato di presentarsi come protettori della popolazione civile e sostiene che "tutte le parti" sono "colpevoli" di "aver usato e abusato le manifestazioni pacifiche e la popolazione civile nella sempre più violenza lotta per il potere".

Il rapporto insiste sulla necessità di indagini "internazionali, indipendenti e imparziali" e afferma di aver ricevuto segnalazioni di bambini vittima delle stesse violenze estreme degli adulti, tra cui omicidi, lesioni, soffocamento con gas, tortura, detenzione arbitraria e il reclutamento da parte delle forze di sicurezza.

La Missione di valutazione - che si è recata in Yemen dal 28 giugno al 6 luglio - chiede al governo di adottare misure immediate per porre fine al reclutamento di bambini. Tutte le persone detenute per aver pacificamente esercitato la loro libertà di espressione e di riunione devono essere liberate. Il rapporto chiede inoltre un'azione immediata per affrontare il deteriorarsi della situazione umanitaria del Paese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?