Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una donna è rimasta ferita oggi a Sanaa, capitale dello Yemen, quando le forze di sicurezza sono intervenute per disperdere una manifestazione ostile al regime organizzata dagli studenti.

Lo riferiscono testimoni secondo i quali gli agenti hanno attaccato a colpi di manganello circa 2000 persone partite dall'Università di Sanaa in direzione del Palazzo presidenziale scandendo slogan contro il presidente Ali Abdallah Saleh, al potere da 32 anni.

Sempre secondo testimoni almeno dieci persone sono state arrestate, mentre sono stati 120 gli arresti compiuti dalle forze dell'ordine nella città di Taiz, a sud di Sanaa, dove pure era stata organizzata un marcia di protesta.

Anche ieri migliaia di giovani yemeniti erano scesi in piazza per chiedere le dimissioni del presidente, ma erano stati dispersi da partigiani del partito al potere armati di bastoni e armi bianche.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS