Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le autorità francesi hanno autenticato il video, diffuso su Youtube, in cui appare Isabelle Prime, consulente di un organismo yemenita rapita il 24 febbraio scorso insieme alla sua interprete nel centro di Sanaa.

Nel video, la donna vestita di nero si rivolge a François Hollande e Abd Rabbo Mansour: "Per favore, riportatemi in Francia, presto".

Secondo I-Télé, la consulente della Banca Mondiale, 30 anni, sarebbe finita nelle mani di tribù yemenite. Il video sarebbe stato realizzato lo scorso aprile. Nelle immagini, si vede la giovane donna nel deserto yemenita, il viso stanco, in ginocchio. Costretta dai rapitori, Isabelle si rivolge in inglese a Hollande e al capo dello Stato yemenita Abd Rabbo Mansour Hadi: "Please bring me to France, fast": solo 21 secondi, poi più niente.

Secondo "Ouest France", la diplomazia di Parigi è in trattativa con i rapitori dello Yemen. Chérine Makkaoui, l'interprete di Isabelle Prime, è stata liberata il 10 marzo scorso a Aden, nel sud dello Yemen.

Da Bonn, in Germania, dove si trova in missione, il portavoce del ministero degli Esteri della Francia, Romain Nadal, ha detto all'Associated Press che i famigliari di Isabelle Prime verranno ricevuti domani al ministero.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS