Violenti scontri si sono verificati oggi in più partei dello Yemen, e nel nord sono rimasti uccisi tre dei soldati dispiegati nel tentativo di arginare le proteste che da settimane continuano in tutto il paese per chiedere le dimissioni del presidente Ali Abdullah Saleh, da 32 anni al potere.

Da sabato sono morti negli scontri sette manifestanti e tre militari, portando a 30 il bilancio delle vittime dall'inizio delle contestazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.