Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dodici anni da scontare per tentato omicidio durante l'assalto ad una partita di poker a scopo di rapina. Il Tribunale cantonale zurighese ha confermato oggi la pena inflitta in prima istanza a un turco di 32 anni che agì assieme ad un connazionale di 57 anni. Quest'ultimo si è suicidato in cella nell'ottobre 2012, poche ore prima dell'inizio del primo processo.

L'assalto avvenne nell'ottobre del 2010 in un bar della Langstrasse di Zurigo. I due assalitori, armati e mascherati, esplosero alcuni colpi. Un avventore fu colpito da due proiettili, ma sopravvisse.

Come già al primo processo, il 32enne si è dichiarato innocente, affermando che fu il connazionale a convincerlo a prendere parte al colpo e a consegnarli un arma che sosteneva fosse una scacciacani. Il Ministero pubblico, che riteneva la condanna di prima istanza troppo mite, chiedeva di condannarlo a 18 anni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS