Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Si trova ancora in ospedale - ma non si hanno informazioni precise sulle sue condizioni - il ragazzo di 15 anni rimasto gravemente ferito martedì sera per un colpo di pistola esploso mentre si trovava assieme a due amici di 16 e di 17 anni.

Secondo testimoni, il dramma è avvenuto nello scantinato di un'abitazione a Kyburg (ZH).

Per motivi legati alla protezione della sfera privata, la magistratura dei minorenni non conferma il luogo del dramma, ma non ha nemmeno smentito le testimonianze dei vicini - riportate da alcuni media - che martedì sera hanno notato un'ambulanza ferma per ore davanti ad una casa di Kyburg.

Gli inquirenti non sono ancora in grado di dire se si sia trattato di un incidente. Si sa soltanto che martedì sera i tre ragazzi - tutti svizzeri - si trovavano da soli in casa e stavano maneggiando una "pistola privata", quando improvvisamente è partito un colpo.

Ancora non è chiaro da dove provenisse l'arma. I due ragazzi di 16 e 17 anni sono stati arrestati e si trovano tuttora in detenzione. In base al diritto penale minorile, i due devono essere ascoltati nel giro di 24 ore da un giudice dei minorenni che può decidere se ordinare la detenzione preventiva fino a un massimo di 7 giorni. Un eventuale prolungamento dev'essere invece deciso dal giudice per le misure coercitive.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS