Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'associazione "al Huda" non ci sta e intende ricorrere al Tribunale amministrativo di Zurigo nel tentativo di ribaltare la decisione negativa del governo cantonale alla fondazione di una scuola islamica per l'infanzia a Volketswil. Il provvedimento è stato preso dopo un'approfondita riflessione tra i suoi membri, si legge sul domenicale "NZZ am Sonntag" che cita il sito web di "al Huda".

La decisione dell'esecutivo, caduta a fine dicembre, ribadiva il preavviso negativo dell'Ufficio cantonale della scuola pubblica. Il consiglio di Stato zurighese metteva in dubbio che un simile asilo infantile potesse rispettare i programmi scolastici cantonali, dato il peso importante dato alla religione e allo studio dell'arabo.

Lo scorso mese di maggio l'ufficio cantonale competente aveva respinto la richiesta di "al Huda", affermando tra l'altro di ritenere problematico il rapporto dei promotori del giardino d'infanzia con il Consiglio centrale islamico della Svizzera (IZRS).

L'associazione promotrice aveva da parte sua affermato di voler rispettare le prescrizioni di legge e di non avere "alcun legame con associazioni che promuovono un'ideologia".

"Al Huda" vorrebbe realizzare un asilo capace di ospitare da 15 a 25 bambini in un appartamento della sede che ospita il suo Imam a Volketswil.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS