Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono stati con tutta probabilità soffocati il bimbo di 5 anni e la bimba di 2 uccisi la sera del primo gennaio a Flaach (ZH) dalla loro mamma. Lo ha reso noto oggi il Ministero pubblico del canton Zurigo sulla base dei risultati degli esami medicolegali. La donna ha confessato ieri la sua responsabilità, senza tuttavia fornire dettagli sullo svolgimento dei fatti.

Il giudice dei provvedimenti coercitivi ha intanto ordinato la detenzione preventiva della donna, un cittadina svizzera di 27 anni. I retroscena della vicenda e il possibile movente devono ancora essere chiariti dalle indagini in corso, precisa la procura.

La sera del primo dell'anno la donna ha chiamato la polizia annunciando che i due bimbi erano morti. La 27enne, che si era autoinflitta delle ferite al collo, è stata arrestata il giorno stesso.

La madre si era vista togliere l'autorità parentale in seguito a un intervento della polizia del 4 novembre scorso, nell'ambito del quale era stata arresta assieme al padre dei bambini per sospetta truffa. La donna è stata rilasciata qualche giorno più tardi, mentre il padre si trova tuttora in carcere.

I due bimbi erano stati collocati in un centro di accoglienza a Zurigo e il 19 dicembre erano ritornati a casa per passare il periodo di Natale con la madre. Il 28 dicembre la donna aveva recapitato a diversi media una e-mail nella quale accusava l'autorità di protezione dei minori e degli adulti (AMPA) di Winterthur-Andelfingen (ZH) di averle portato via i figli.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS