Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La donna sospettata di aver ucciso la sera del 1. gennaio a Flaach (ZH) i propri bimbi di 5 e 2 anni è morta. Stando al Dipartimento cantonale di giustizia, la donna è stata trovata senza vita oggi nel carcere di Zurigo dove era rinchiusa. Si sarebbe suicidata.

La procura pubblica zurighese ha avviato un'inchiesta sull'accaduto e ha ordinato un'autopsia, cosa peraltro normale in casi di questo genere, precisa la nota. Per il momento non verranno forniti ulteriori dettagli: domani a mezzogiorno è prevista una conferenza stampa.

Il dramma di Flaach aveva alimentato numerose critiche e accuse contro l'Autorità di protezione dei minori e degli adulti (AMPA) di Winterthur-Andelfingen che lo scorso novembre aveva deciso di togliere, con una misura "superprovvisoria", l'autorità parentale alla madre dei due bimbi, un cittadina svizzera di 27 anni.

Lo scorso 4 novembre la donna era stata arrestata assieme al padre dei due fanciulli per una sospetta truffa. La giovane era stata rilasciata qualche giorno più tardi. I due bimbi erano quindi stati collocati in un istituto a Zurigo e il 19 dicembre erano ritornati a casa per passare il periodo di Natale con la madre.

La sera del primo dell'anno la donna aveva chiamato la polizia annunciando che i due bimbi erano morti. La 27enne, che si era autoinflitta delle ferite al collo, fu arrestata il giorno stesso e da allora si trovava in carcere. I figlioletti - probabilmente soffocati nell'appartamento in cui abitava la famiglia - avrebbero dovuto fare ritorno nell'istituto il 4 gennaio.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS