Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Landert Motoren intende sopprimere a Bülach (ZH) un centinaio dei suoi 200 posti di lavoro. La parte principale della produzione di porte automatiche e motori elettrici sarà trasferita entro il 2015 nella azienda del gruppo industriale nella Repubblica ceca, dove saranno creati 80 impieghi.

Il comparto di montaggio di Neussäss, in Baviera, sarà chiuso. Il provvedimento riguarda 17 persone, ha comunicato oggi l'impresa zurighese.

La riduzione degli effettivi nella misura del possibile avverrà tramite le normali fluttuazioni e prepensionamenti. La maggior parte si tradurrà in licenziamenti. La società di Bülach ha indicato di avere predisposto un piano sociale e avviato una consultazione del personale. I 42 apprendisti del sito zurighese potranno continuare la loro formazione.

La riorganizzazione è necessaria se si vuole assicurare il futuro del sito di Bülach come centro di competenza per la tecnologia e lo sviluppo, spiega in una nota l'impresa a conduzione familiare controllata da Anja Landert. Fra le ragioni che hanno portato al provvedimento sono state evocate le pressioni della concorrenza globale, la forza del franco e debolezza congiunturale sui mercati principali in Europa.

La Landert, che è azionista di maggioranza e presidente del consiglio di amministrazione, rileva che si tratta "di una decisione dolorosa poiché colpisce molti collaboratori leali che hanno contribuito al successo del nostro gruppo".

Landert Motoren è stata fondata nel 1924; nel 2012 con un organico di 700 persone ripartite in 12 paesi ha realizzato un giro d'affari di 119 milioni di franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS