Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un litigio fra due macchinisti ha provocato l'arresto di un treno della S-Bahn zurighese, costringendo i passeggeri a proseguire il viaggio su un altro convoglio. Il singolare fatto si è verificato lo scorso 26 maggio a Uster. La notizia, pubblicata oggi dal "Tages-Anzeiger", è stata confermata all'ats dal portavoce delle FFS Daniele Pallecchi.

Uno dei due macchinisti viaggiava attorno a mezzogiorno in qualità di passeggero su un treno S15 in ritardo di quattro minuti. Ritenendo che il convoglio andasse troppo piano e non sfruttasse la velocità massima consentita su quella tratta, fra Rapperswil (SG) e Uster, l'uomo è entrato nella cabina di guida aprendo la porta con la propria chiave.

L'altro macchinista l'ha allora pregato di uscire, ha spiegato Pallecchi. Giunti a Uster, i due si sono messi a litigare davanti ai passeggeri. Allertata dagli agenti ferroviari, è intervenuta la polizia municipale, quando però il macchinista che viaggiava privatamente se n'era già andato.

A causa della lite il treno non ha potuto proseguire la propria corsa. I passeggeri sono dovuti scendere e hanno dovuto aspettare il treno successivo. Liti fra colleghi sono cose che succedono, ha affermato Pallecchi, ma siamo dispiaciuti per i passeggeri. Un'inchiesta interna è stata aperta.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS