Era in carica dal primo luglio, ma lascia già il posto: Markus Theunert, "preposto alle questioni maschili" del canto Zurigo ha rassegnato le dimissioni: non era intenzionato a lasciare l'incarico di presidente dell'organizzazione per i diritti degli uomini e dei padri "männer.ch".

La sua doppia funzione "ha creato confusione", indica oggi in una nota il Dipartimento cantonale della giustizia e dell'interno. Le dimissioni - si legge ancora nella nota - permettono di "tutelare la credibilità della nuova carica".

La funzione di preposto alle questioni maschili rappresenta una prima a livello svizzero ed europeo. L'entrata in servizio di Markus Theunert era però coincisa con l'apertura di un dibattito sulla questione della pornografia a scuola.

Con una presa di posizione che risale all'ottobre del 2011 - ma ripresa in un articolo della "NZZ am Sonntag" soltanto nelle scorse settimane - "männer.ch" aveva proposto di autorizzare l'impiego di film pornografici nelle scuole, nel quadro di speciali unità di insegnamento, anche per i minori di 16 anni. Questo per insegnare ai ragazzi a gestire l'ondata di pornografia con cui prima o poi verranno in contatto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.