Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia zurighese ha smantellato una rete di sette trafficanti di droga ed effettuato uno dei maggiori sequestri della sua storia: 20 kg di anfetamine e 4800 pasticche di ecstasy. Lo indicano oggi il ministero pubblico cantonale e la polizia cittadina.

Gli inquirenti ritengono che i trafficanti, nel 2013 e 2014, abbiano introdotto in Svizzera dall'Olanda complessivamente almeno 63 kg di anfetamine e 63'000 pillole di ecstasy. È stato stimato che la droga da loro veduta ha fruttato tra i 278'000 e i 393'000 franchi. L'indagine è durata un anno e mezzo.

Lo scorso 8 giugno il Tribunale distrettuale di Zurigo ha già condannato in procedura abbreviata due dei trafficanti: uno a 20 mesi con la condizionale, l'altro a 24 mesi da scontare nonché alla revoca della sospensione di una precedente condanna a 18 mesi.

In seguito, per altri due la procura ha richiesto rispettivamente 20 mesi da scontare e 18 mesi con la condizionale. Il 15 di luglio la procura ha poi raccomandato per i tre principali imputati pene di otto anni, cinque anni e quattro anni e tre mesi.

D'altro canto, ieri la polizia cantonale ha fermato all'aeroporto di Kloten un corriere che negli intestini trasportava ovuli contenenti oltre un chilogrammo di cocaina. Il bodypacker, un argentino di 59 anni, che era in viaggio da San Paolo del Brasile ad Amsterdam è stato sottoposto a un controllo di routine durante il transito allo scalo zurighese, indica la polizia cantonale.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS