Navigation

ZH e GE: sempre più bisognosi in coda per cibo

Distribuzione di aiuti a Zurigo KEYSTONE/ALEXANDRA WEY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 maggio 2020 - 17:15
(Keystone-ATS)

Anche a Zurigo, come a Ginevra, i più bisognosi fanno la fila per un pasto caldo o un sostegno alimentare. All'inizio della crisi, l'associazione zurighese"Incontro" distribuiva 70 pacchi a settimana, sabato scorso erano 900. A Ginevra siamo a quota 2600.

Fondata nel 2001 a Zurigo da suor Ariane, "Incontro" (in italiano, ndr.) ha iniziato prendendosi cura dei bambini e dei giovani. Negli ultimi due anni e mezzo si è dedicata al lavoro di strada per aiutare prostitute, senzatetto, tossicodipendenti, migranti sans-papiers e altre persone in difficoltà.

Ogni sera, l'associazione distribuisce circa 250 pasti caldi nel quartiere della Langstrasse, non lontano dalla stazione centrale. Il sabato, vengono proposti pacchi alimentari ai più bisognosi. La domanda è in crescita. La gente aspetta fino a un'ora in strada.

Anche a Ginevra la distribuzione di aiuti alla pista di ghiaccio di Vernets attira sempre più persone. Sabato sono state distribuite 2600 borse, rispetto alle quasi 1700 di una settimana prima. A metà mattinata, la coda superava il chilometro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.