Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

C'è ormai un 'consenso scientifico forte' sul fatto che il virus Zika provochi problemi neurologici a partire dalla microcefalia. Lo scrive l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) nel suo ultimo bollettino.

L'Oms abbandona per la prima volta la prudenza delle settimane passate, in cui si parlava di 'forte sospetto'. "Sulla base di studi osservazionali, di coorte e caso-controllo - si legge -, c'è un forte consenso scientifico che il virus Zika sia causa di microcefalia, sindrome di Guillain Barrè (Gbs) e altre malattie neurologiche".

Secondo il documento 13 paesi finora hanno riportato un aumento della Gbs, una malattia in cui il sistema immunitario attacca quello nervoso che nella maggior parte dei casi guarisce, mentre il conto di quelli che hanno trovato un aumento anomalo di microcefalia e altre malformazioni fetali sono sei.

In particolare in Brasile nelle zone con il virus Zika l'incidenza della microcefalia è risultata 2,8 casi ogni 10mila nati vivi, mentre in quelle senza è di 0,6 casi ogni 10mila nati vivi. "Uno studio pubblicato recentemente basato suill'epidemia in Polinesia Francese - ricorda l'Oms - ha stimato il rischio in 95 casi ogni 10mila donne infette".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS