Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La zanzara che diffonde il virus

Keystone/AP Centers for Disease Control and Prevention/JAMES GATHANY

(sda-ats)

Zika è arrivato alle porte dell'Africa, ed è necessario rafforzare la preparazione in questo continente. Lo afferma una nota dell'ufficio africano dell'Organizzazione mondiale della sanità.

Test che hanno confermato - indica l'Oms - che il virus che ha provocato i casi riscontrati a Capo Verde proviene dal Sud America, ed è quindi dello stesso ceppo di quello che ha causato l'epidemia.

"La scoperta è preoccupante - commenta Matshidiso Moeti, direttore regionale per l'Africa - perché è una prova ulteriore che l'epidemia si sta espandendo al di là del Sud America. Questa informazione servirà per aiutare i paesi africani a rivalutare i propri livelli di preparazione".

Fino a questo momento a Capo Verde ci sono stati 7.557 casi di Zika, con almeno tre casi di microcefalia che potrebbero essere legati al virus. Se sbarcasse in Africa continentale per il virus sarebbe in realtà un 'ritorno', visto che per la prima volta è stato isolato nel 1947 in Uganda, anche se solo il ceppo 'asiatico' è responsabile dei problemi neurologici riscontrati negli ultimi mesi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS