Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le zanzare sono il principale vettore del virus Zika (foto d'archivio).

Keystone/AP/FELIPE DANA

(sda-ats)

Esplodono i contagi con il virus Zika nell'isola di Portorico ed "è possibile" che nei prossimi mesi estivi - con il diffondersi delle zanzare portatrici del virus - migliaia di donne incinte vengano infettate dal temibile microrganismo.

A lanciare una delle più forti messe in guardia ad oggi sul pericolo Zika per Portorico sono i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie statunitensi (Cdc), sulla base degli ultimi dati relativi alla presenza di Zika nel sangue dei donatori: più dell'1% dei campioni di sangue analizzati nel periodo 5-11 giugno a Portorico sono risultati infetti. Nel periodo precedente la percentuale di infezioni tra i donatori era risultata dello 0,5%.

Secondo le stime dei Cdc, i contagi tra i donatori si traducono in un tasso di infezioni, nella popolazione in generale, di almeno il 2%: "Ciò significa che nei prossimi mesi è possibile che migliaia di donne incinte contraggano il virus", ha detto il direttore dei Cdc, Thomas Frieden. "E questo - ha aggiunto - può risultare in decine o centinaia di bimbi che nasceranno con microcefalia".

Con il virus chikungunya - anch'esso portato dalle zanzare ma con meno gravi possibili effetti sulla salute - in passato, un quarto della popolazione di Portorico venne contagiato in meno di un anno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS