Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRUXELLES - Le sanzioni europee contro lo Zimbabwe resteranno in vigore un altro anno: è quanto si evince dalla Gazzetta ufficiale che oggi pubblica la decisione Ue.
Le sanzioni vengono prorogate a causa della mancanza di progressi nell'applicazione dell'accordo politico globale firmato nel settembre 2008. Le prime sanzioni europee contro lo Zimbabwe risalgono al 2004: il 26 gennaio scorso i ministri degli Esteri dei 27 hanno deciso un giro di vite contro il regime di Robert Mugabe, indurendo le misure restrittive già in vigore. I ministri hanno aggiunto i nomi di 26 individui e di 36 compagnie alla lista delle personalità e delle organizzazioni che erano già colpite da interdizioni.
Per la prima volta, la lista comprende anche società che hanno base in Europa, in particolare in Gran Bretagna. La prima lista comprendeva 168 persone, quella delle società, una quarantina di nomi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS