Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Unione europea ha deciso oggi di revocare il divieto imposto alcuni anni fa sui diamanti dello Zimbabwe, a titolo di sanzione contro il regime del presidente Robert Mugabe.

Il provvedimento è stato preso all'unanimità dai 28 Stati membri e "aumenterà la trasparenza nel commercio dei diamanti dal Paese africano, consentendo la loro esportazione ad Anversa, centro che offre le più grandi garanzie di trasparenza e di rispetto norme di certificazione", ha dichiarato il ministro degli esteri belga Didier Reynders.

La revoca dell'embargo - nonostante i sospetti di brogli nell'ultima rielezione di Mugabe - segue l'accordo di certificazione del Kimberley Process, intesa volta a garantire che i profitti ricavati dal commercio di diamanti non vengano usati per finanziare le guerre civili. Il Belgio, centro mondiale del commercio di diamanti, chiedeva da anni una revoca dell'embargo, alla quale si era sempre opposta la Gran Bretagna.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS