Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È tornato a vincere il campionato europeo dei coltivatori di zucca Beni Meier, di Pfungen (ZH), anche se quest'anno non è bastato per raggiungere il record del mondo.

Alla tradizionale competizione di Ludwisburg (D), si è presentato oggi con un ortaggio da 856 chilogrammi, sbaragliando così la concorrenza.

Chi pensa che Meier abbia in tal modo risolto per un certo tempo il problema dell'ingrediente principale per una crema di zucca deve però ricredersi: da mangiare le zucche da competizione non sono molto buone, ha spiegato una portavoce degli organizzatori. Essendo costituite da parecchia acqua non sanno di molto e hanno una scorza molto dura.

Vengono per contro aperte per arrivare ai semi, parecchio ricercati. "Sono pagati anche diverse centinaia di euro per seme", ha indicato l'addetta stampa. La polpa finisce per contro come mangime per animali o come fertilizzante.

L'anno scorso nella stessa gara Beni Meier aveva stabilito il primato del mondo nella sua disciplina, con una zucca di 1054 chilogrammi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS