Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Züblin cede il suo portafoglio in Svizzera: la società immobiliare zurighese, che intende concentrarsi su Francia e Germania, prevede una perdita netta di 65 milioni di franchi sull'esercizio 2013/2014.

Il consiglio di amministrazione ha chiesto alla direzione di vendere i beni immobili che restano sul territorio elvetico, ha comunicato oggi il gruppo.

Nello scorso esercizio la società ha venduto 15 beni immobili "non strategici", di cui sette in Germania. Oltre Reno restano cinque proprietà "non strategiche" valutate a 19 milioni di franchi. Züblin ha anche ceduto otto beni nei Paesi Bassi.

La società ha proceduto a deprezzamenti di valore di 38 milioni di franchi su suoi beni "non strategici" di cui 17 milioni in Germania e 21 milioni nei Paesi Bassi. Il valore totale del portafoglio è così sceso a 793 milioni alla fine di marzo contro gli 1,07 miliardi un anno prima. Il gruppo pubblicherà i risultati annuali definitivi il 15 maggio.

SDA-ATS