Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Due uomini svizzeri sono stati riconosciuti ufficialmente genitori di un bambino nato negli Stati Uniti da una madre surrogata. La decisione, presa dalle autorità dello stato civile del canton Zugo, è stata comunicata oggi dal dipartimento dell'interno.

La decisione è stata presa poiché in questo modo si tutela il bimbo e si rispetta quanto auspicato della madre surrogata, una situazione simile a quella dei casi di adozione.

In Svizzera la maternità surrogata è illegale, ma non negli Stati Uniti. Le coppie elvetiche che si recano all'estero a questo scopo, devono poi farsi riconoscere genitori dalle autorità cantonali.

I due uomini di Zugo hanno utilizzato un ovulo proveniente da una donatrice anonima e si sono rivolti ad una donna che portasse avanti la gravidanza. In America erano già stati riconosciuti genitori del bambino.

Per l'autorizzazione elvetica era necessario un atto notarile di rinuncia da parte della mamma surrogata, da preparare almeno sei settimane dopo la nascita. Inoltre, autorità statunitensi hanno fatto pervenire documenti che accertavano l'idoneità dei due padri. A questo punto, in Svizzera, il caso è stato equiparato ad un'adozione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS