Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La compagnia assicurativa Zurich potrebbe essere chiamata a pagare parecchi milioni nell'ambito dello scandalo delle emissioni di Volkswagen (VW).

Secondo informazioni diffuse dalla stampa tedesca la settimana scorsa, il gruppo automobilistico avrebbe infatti sottoscritto una polizza di responsabilità civile degli amministratori e dirigenti (D&O) con un consorzio guidato da Zurich.

La somma di assicurazione della polizza D&O sarebbe complessivamente di circa 500 milioni di euro secondo la "Süddeutsche Zeitung". Un'informazione che Zurich Insurance non vuole commentare: "non forniamo informazioni riguardo alle nostre relazioni d'affari", ha detto all'ats il portavoce Frank Keidel.

Secondo Michael Hendricks, capo della società specializzata in D&O Hendricks & Co di Düsseldorf la copertura assicurativa in questione non supererebbe il mezzo miliardo di euro. La somma sarebbe ancora più bassa 350-400 milioni per il responsabile del servizio di D&O della società di consulenza Aon di Amburgo, Marcel Roeder.

Si tratta di cifre nettamente inferiori ai danni subiti da Volkswagen, stimati a 6,5 miliardi di euro. Senza contare le multe che il gruppo automobilistico rischia di dover pagare negli Stati Uniti, sanzioni che potrebbero arrivare a 18 miliardi di dollari (16,1 miliardi di euro).

Le polizze D&O (Directors and Officers Liability Insurance) vengono sottoscritte da numerose aziende, ha spiegato all'ats l'esperto di diritto commerciale François Chaudet. I contratti coprono gli atti dei membri del consiglio d'amministrazione e la direzione. Ma di fronte a un delitto in linea generale la copertura non si applica, mentre nel caso di colpa grave l'assicurazione può valersi del diritto di regresso nei confronti dell'assicurato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS