Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Circa 12'000 gay e lesbiche si sono trovati oggi pomeriggio a Zurigo sull'Helvetiaplatz per sfilare per i loro diritti e contro le discriminazioni, in occasione dello Zurich Pride Festival. Circa 4'000 gli spettatori ai bordi delle strade percorse dal corteo, che si svolge ogni anno dal 1994. Quest'anno la partecipazione ha raggiunto livelli record, indicano gli organizzatori dell'evento.

La dimostrazione è costellata da palloni colorati, tra gli altri di Amnesty International, così come da bandiere e parasole arcobaleno. Al corteo ha partecipato anche la nuova ambasciatrice americana in Svizzera Suzanne LeVine.

Negli ultimi 20 anni è già stato ottenuto molto, secondo gli organizzatori, ma c'è ancora una lunga via da percorrere per arrivare alla completa parità e all'accettazione di gay, lesbiche, bisessuali e trans nella società.

La Zurich Pride si è aperta ieri e in serata c'è stata un'esibizione davanti a circa 3'500 persone di Conchita Wurst, l'esuberante drag queen austriaca con la barba - all'anagrafe Thomas Neuwirth - che quest'anno ha vinto l'Eurovision Song Contest. Il Festival si concluderà con una festa organizzata sul prato della vecchia caserma di Zurigo.

SDA-ATS