Navigation

Zurigo: accordi per alleviare lavoro poliziotti

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 giugno 2011 - 17:18
(Keystone-ATS)

Il municipio di Zurigo ha presentato oggi una serie di misure volte ad alleviare il lavoro degli agenti di polizia della città. Questi avevano attuato fra il 15 e il 29 aprile uno sciopero delle multe per protestare contro il sovraccarico di lavoro.

Le misure adottate sono il risultato di negoziati fra il responsabile del dicastero polizia Daniel Leupi (Verdi) e rappresentanti dell'associazione dei funzionari di polizia di Zurigo (PBV). La tavola rotonda è stata diretta da Peter Arbenz, l'ex "Mister rifugiati" della Confederazione oggi attivo come consulente strategico.

L'accordo è stato sottoscritto da tutte le parti coinvolte: agenti, sindacati e autorità. Esso estende ad esempio la presenza notturna degli agenti nei posti di polizia di quartiere, in modo da alleviare il lavoro dei poliziotti che fanno le ronde notturne. La stesura dei rapporti di polizia sarà inoltre semplificata e gli orari di lavoro saranno riesaminati.

Gli agenti zurighesi avevano smesso di distribuire contravvenzioni fra il 15 e il 29 aprile. L'agitazione era stata decisa per protestare contro il sovraccarico di lavoro ed è stata attuata dopo che il parlamento cittadino aveva deciso di non aumentare gli effettivi e di non accordare adeguamenti salariali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?