Navigation

Zurigo: bimba morta nel sonno, condannati i nonni

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 marzo 2010 - 17:01
(Keystone-ATS)

ZURIGO - Una coppia macedone è stata giudicata responsabile della morte della nipotina di 13 mesi che nel 2007 era soffocata a Zurigo durante il sonnellino di mezzogiorno. Il Tribunale distrettuale ha condannato oggi i due nonni ad una pena pecuniaria con la condizionale per omicidio colposo.
Il 18 dicembre di tre anni fa, la nonna mise la bambina a dormire su di un materasso. Durante il sonnellino la coppia si trovava in un'altra stanza. Un altro materasso matrimoniale che era appoggiato al muro cadde sulla bimba, che vomitò e morì soffocata.
La donna, oggi 49enne, e il marito 51enne, si erano presentati in aula la scorsa estate per il dibattimento e si erano entrambi dichiarati innocenti. Il Ministero pubblico aveva chiesto per entrambi una pena detentiva di sei mesi con la condizionale per l'accusa di omicidio colposo.
Nella sentenza pubblicata oggi, il Tribunale distrettuale ha riconosciuto che i due nonni hanno già molto sofferto per l'accaduto ed ha ridotto la pena, che è stata fissata in 30 aliquote giornaliere da 20 franchi sospese con la condizionale. La coppia dovrà inoltre sobbarcarsi le spese del processo che ammontano a 800 franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?