Navigation

Zurigo: chiude la Photobastei, motivi finanziari

Immagini di Iggy Pop in una esposizione sul Punk organizzata un anno fa alla Photobastei di Zurigo (foto d'archivio). KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 gennaio 2020 - 10:10
(Keystone-ATS)

Dopo cinque anni, la Photobastei di Zurigo cessa l'attività alla fine di giugno 2020. Il centro espositivo e culturale, gestito senza sponsorizzazioni e fondi pubblici, non è in grado di sostenere il rischio finanziario.

Nonostante i buoni risultati legati al numero di visitatori e all'affitto di locali a terzi, lo spazio espositivo rimane in deficit. Con un fatturato di circa un milione di franchi l'anno, il suo responsabile, Romano Zerbini, ha reso noto oggi di non poter più sopportare il rischio imprenditoriale.

Alla Photobastei sono state organizzate mostre fotografiche che hanno attirato l'attenzione dei media e sono state ben frequentate. "Dopo cinque anni, è evidente che l'impresa, seppur di poco, non è riuscita", scrive il responsabile in una nota.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.