Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il prestigioso Centre Le Corbusier di Zurigo è stato rilevato dalle autorità cittadine. L'edificio progettato dal famoso architetto di La Chaux-de-Fonds (1887-1965) deve restare un museo aperto al pubblico, afferma il Comune in una nota odierna. Per gestirlo, se il Consiglio comunale darà il suo benestare, sarà creata entro il 2016 una fondazione di diritto pubblico.

Il padiglione è stato inaugurato nel 1967 ed è stato fino ad oggi di proprietà della collezionista e gallerista Heidi Weber, che si era fatta promotrice del Centro. Per permetterle la costruzione dell'edificio, la città le aveva concesso un diritto di superficie di 50 anni con l'obbligo di aprire un museo al suo interno.

Il contratto è scaduto oggi. L'edificio può quindi essere rilevato dal Comune per circa un milione di franchi. Tale somma rappresenta il 70% delle spese di costruzione del padiglione. Un simile versamento era previsto nel contratto firmato 50 anni fa.

Durante la fase di transizione, tra il 2014 e il 2016, il museo, il cui edificio è stato recentemente classificato come monumento storico protetto dal Cantone, resterà aperto al pubblico in estate. Il Municipio ha stanziato un credito di un milione di franchi a tale scopo.

Charles-Edouard Jeanneret, noto con il nome di Le Corbusier, nacque il 6 ottobre 1887 a La Chaux-de-Fonds e trascorse parecchi anni nella località neocastellana. Nel 1917 si trasferì a Parigi e nel 1930 divenne cittadino francese. Morì il 27 agosto 1965.

SDA-ATS