Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo sette anni di lavori, è stata inaugurata oggi la prima parte del nuovo passante ferroviario di Zurigo. Verso le 11:00 la consigliera federale Doris Leuthard ha tagliato il simbolico nastro nella nuova stazione sotterranea "Löwenstrasse", realizzata al di sotto della stazione centrale.

Alla prima corsa nella galleria del "Weinberg" - un tunnel di 4,6 chilometri che collega il centro della città della Limmat a Zurigo-Oerlikon - hanno preso parte 250 invitati del mondo dell'economia e della politica: fra questi anche gli ex "ministri dei trasporti" Adolf Ogi e Moritz Leuenberger.

Da domenica diverse linee regionali inizieranno ad utilizzare la nuova stazione sotterranea e la nuova galleria. Il nuovo passante zurighese - o linea di transito di Altstetten-Zurigo-Oerlikon (in tedesco "Durchmesserlinie") - comprende anche due viadotti che scavalcano i vecchi binari tra la stazione centrale e Zurigo-Altstetten e che interesseranno anche il traffico a lunga percorrenza. Questa seconda parte del progetto, del costo complessivo di oltre 2 miliardi di franchi, dovrebbe entrare in funzione nel dicembre 2015.

Ieri si è appreso che entrambi i viadotti dovranno essere rafforzati, perché gli ingegneri hanno commesso errori nel calcolare la statica. Secondo una notizia del sito online Watson.ch, che è stata confermata da un portavoce delle FFS, è stata decisa in accordo con l'Ufficio federale dei trasporti un'opera di consolidamento che dovrebbe garantire la stabilità e la sicurezza.

La modifica del progetto comporterà tuttavia notevoli costi supplementari e non si sa ancora chi pagherà la fattura. I costi di costruzione dei due manufatti, lunghi rispettivamente di 1156 e 394 metri, erano stati inizialmente valutati a circa 300 milioni di franchi.

SDA-ATS