Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un'impiegata del Dicastero opere sociali di Zurigo è sospettata di aver prelevato su un lungo periodo dalle casse dell'aiuto sociale circa 100'000 franchi. La Città l'ha denunciata e licenziata e il Ministero pubblico ha aperto un procedimento penale.

Le irregolarità, che interessano una lunga serie di pagamenti per somme relativamente modeste, sono venute alla luce nel corso di una revisione interna realizzata lo scorso ottobre, ha detto oggi all'ats una portavoce dei servizi sociali zurighesi. Le successive verifiche hanno permesso di concentrare i sospetti sulla collaboratrice licenziata.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS