Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un attentato incendiario ha interessato la scorsa notte a Zurigo il cantiere del nuovo centro di giustizia e polizia (PJZ), sull'area della ex stazione merci. A causa del rogo, un migliaio di utenti dell'azienda elettrica sono rimasti senza corrente per due ore.

L'allarme è stato lanciato da dipendenti delle FFS che verso le 2.30 hanno sentito degli scoppi e hanno notato dei cassonetti in fiamme, indica oggi in una nota la polizia cittadina zurighese. Le fiamme hanno danneggiato un trasformatore a medio voltaggio (22'000 Volt) dell'Azienda elettrica zurighese (EWZ).

Per poter domare il rogo, gli allacci degli immobili circostanti hanno dovuto essere disconnessi. L'interruzione, durata dalle 3.00 alle 5.00 del mattino, ha interessato più di mille utenti. Anche le linee di tram e bus fra le fermate Stauffacher e Hardplatz sono sono rimaste temporaneamente senza corrente. I danni ammontano ad almeno 200'000 franchi, secondo una stima fornita dalla polizia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS