Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nelle scorse settimane, i distributori automatici di biglietti in diverse stazioni della città di Zurigo sono stati manipolati per sottrarre contante. L'ammontare del bottino non è ancora noto.

Dall'inizio del mese sono stati segnalati una trentina di casi di cosiddetto "cash trapping" (intrappolare contanti), precisa la polizia cittadina in una nota odierna.

La procedura è sempre la stessa e relativamente semplice: la fessura da cui fuoriescono le banconote del resto viene manipolata, solitamente con l'inserimento di un piccolo oggetto metallico, in modo che il denaro rimanga bloccato e non si possa prendere.

Sullo schermo del distributore di biglietti appare la segnalazione di un errore e non si può più effettuare alcuna transazione. Quando il cliente si allontana per segnalare il malfunzionamento, i malviventi ne approfittano per rimuovere l'oggetto metallico ed appropriarsi dei soldi rimasti incastrati intrappolati nella feritoia.

A Zurigo i ladri hanno preparato in tal modo i distributori di biglietti delle FFS nelle stazioni dei Kreis 1, 2, 3, 8, 10 e 11. La polizia non è ancora in grado di stabilire l'ammontare esatto del bottino e il numero di persone truffate.

A chi non riceve il resto in banconote da un distributore di biglietti si consiglia di rimanere presso l'apparecchio e di non farsi sviare da persone disposte ad aiutare. Bisognerebbe poi dire ad altri di segnalare il problema allo sportello della stazione ed avvertire telefonicamente la polizia al 117.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS