Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Hortense Anda-Bührle, mecenate e figlia dell'industriale e commerciante d'armi Emil G. Bührle (1890-1956), è deceduta venerdì scorso a Zurigo poco prima del suo 88esimo compleanno. Lo ha reso noto oggi la famiglia.

Nata nel 1926 a Zurigo, dove il padre si era trasferito due anni prima dalla Germania per assumere la direzione della "Schweizerische Werkzeugmaschinenfabrik Oerlikon" - poi diventata Oerlikon-Bührle -, Hortense Anda-Bührle ha vissuto fin da piccola a stretto contatto con l'arte, scrivono i famigliari nella nota.

La casa paterna era frequentata da pittori, artisti e scrittori provenienti da tutto il mondo. Alla morte del genitore ereditò assieme al fratello Dieter Bührle (1921-2012) la prestigiosa raccolta di quadri che nel 1960 fu trasferita nella Collezione E. G. Bührle, di cui Hortense Anda-Bührle era presidente.

Nel 1964 sposò il pianista di origini ungheresi Géza Anda (1921-1976). Alla sua morte creò una fondazione a lui intitolata che ha lo scopo di sostenere giovani pianisti. Hortense Anda-Bührle - prosegue la nota - ha sostenuto anche diversi altri progetti, come ad esempio il restauro e la trasformazione in centro culturale della certosa di Ittigen (TG) o la creazione del villaggio della musica di Ernen (VS).

SDA-ATS