Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - L'ex municipale zurighese ed ex consigliera agli Stati Emilie Lieberherr è morta ieri all'età di 86 anni. Lo ha reso noto l'esecutivo della città sulla Limmat. Considerata una pioniera della parità fra i sessi, la Lieberherr è stata la promotrice dei programmi di distribuzione controllata di eroina.
Nata nel 1924 ad Erstfeld e cresciuta nel canton Uri, Emilie Liberherr ha studiato scienze economiche e politiche, ottenendo il titolo di dottore. Alla fine degli anni Sessanta è scesa in campo, impegnandosi in favore del suffragio femminile.
Nel 1970 è stata la prima donna ad essere eletta nell'esecutivo della città di Zurigo, dove ha diretto fino al 1994 il dipartimento delle opere sociali. Dal 1978 al 1983 ha rappresentato il cantone di Zurigo nel Consiglio degli Stati. A Berna si è impegnata tra l'altro per la decima revisione dell'AVS e per la revisione del diritto matrimoniale.
Durante le sei legislature trascorse nel municipio zurighese, la Lieberherr ha regolarmente presentato idee nuove e progressiste: nel 1989 sorprese tutti, proponendo programmi di distribuzione di droga ai tossicomani irrecuperabili.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS