Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Ministero pubblico zurighese ha aperto un'inchiesta nei confronti di un ufficiale di polizia che nel maggio del 2013 ordinò di sparare proiettili in gomma per fermare una "marcia di tifosi" del FC Zurigo. Nella carica rimasero ferite due persone.

Abuso di autorità e lesioni personali sono le ipotesi di reato nei confronti del responsabile dell'intervento, ha detto oggi all'ats la portavoce Ministero pubblico zurighese Corinne Bouvard, confermando una notizia una notizia del Tages Anzeiger. Essendo l'inchiesta in corso, la portavoce non ha fornito altri particolari.

L'episodio sotto la lente degli inquirenti zurighesi risale al 12 maggio di due anni fa: prima del derby con il Grasshopper, un gruppo di tifosi del FC Zurigo aveva inscenato una marcia non autorizzata lungo la Badenerstrasse, la via principale che porta allo stadio del Letzigrund.

Alcuni partecipanti con il volto coperto avevano acceso bengala e oggetti pirotecnici illegali. Le forze dell'ordine avevano utilizzato proiettili in gomma per fermare i facinorosi. Due persone rimaste ferite - un uomo e una donna - avevano in seguito sporto denuncia contro le forze dell'ordine.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS