Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Importanti reperti archeologici dell'età della pietra - fra cui uno scheletro umano, coltelli di selce e resti di palafitte - sono venuti alla luce negli scavi in corso a Zurigo sullo terreno antistante l'"Opernhaus".
"Pensiamo che lo scheletro sia vecchio di più di 5000 anni", ha dichiarato oggi davanti alla stampa il responsabile degli scavi Peter Rietmann. Si tratta di una scoperta estremamente rara, la cui conservazione è stata favorita dagli strati sedimentosi umidi che si trovano sotto l'attuale livello del lago.
Gli scavi archeologici, che si svolgono sul terreno dove sarà costruito un nuovo parcheggio sotterraneo, sono iniziati all'inizio di maggio e finora sono stati esaminati circa 60 dei previsti 3500 metri quadrati. Sul sito lavoreranno ancora per nove mesi una quarantina di esperti. A causa dei lavori archeologici, la realizzazione del parcheggio sotterraneo sarà ritardata di un anno, fino alla primavera 2012.

SDA-ATS