Navigation

Zurigo: sospeso rinvio coatto iraniano, manifestazione in aeroporto

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 maggio 2012 - 16:55
(Keystone-ATS)

L'espulsione coatta di un iraniano è stata sospesa oggi all'aeroporto di Zurigo perché l'uomo si è rifiutato di salire sull'aereo. Mentre si svolgeva l'operazione, una quindicina di simpatizzanti dei Mujaheddin del popolo iraniano hanno inscenato una manifestazione di protesta nella sala del check-in.

Il cittadino iraniano, proveniente dal canton Argovia, sarebbe dovuto salire su un aereo diretto a Budapest, perché ha presentato la sua prima richiesta d'asilo in Ungheria. Daniel Küttel, responsabile aggiunto dell'Ufficio della migrazione del canton Argovia, ha negato che l'interruzione dell'operazione sia legata alla protesta.

Secondo Küttel, la polizia aveva previsto un rinvio senza particolari misure di sicurezza e l'operazione è stata interrotta nel momento in cui l'uomo si è rifiutato di salire sull'aereo.

Una manifestazione di protesta si era già tenuta ieri ad Aarau, davanti alla prigione in cui l'iraniano era detenuto in attesa dell'espulsione. Anche in quel caso i dimostranti erano una quindicina e si sono dichiarati simpatizzanti dei Mujaheddin del popolo, movimento iraniano di opposizione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?