Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Singapore è anche nel 2015 la città più cara al mondo, secondo la classifica stilata dal settimanale britannico "The Economist". Ma tenendo conto dell'apprezzamento del franco con la revoca del tasso di cambio minimo per l'euro, in testa alla graduatoria si piazzano Zurigo e Ginevra.

Lo studio confronta il costo della vita di 133 città con quello di New York nel settembre 2014 (base 100). Prima del 15 gennaio, data in cui la Banca nazionale svizzera ha comunicato la sua decisione, Singapore era al primo rango con 129 punti, seguita da Parigi, Oslo, Zurigo (quarta con 121 punti), Sydney, Melbourne, Ginevra (settima con 116 punti), Copenaghen, Hong Kong e Seul.

Stando all'Economist Intelligence Unit (Eiu), la società di ricerche economiche controllata dalla casa editrice che pubblica il settimanale e ha stilato la classifica, è un fatto "molto raro" che nella Top 5 non vi siano state variazioni rispetto all'anno precedente.

Con l'attuale tasso di cambio della valuta elvetica, Zurigo ottiene 136 punti e si issa al primo posto, Ginevra con 130 è seconda. Seguono Singapore, Parigi e Oslo. Gli autori dello studio rilevano anche che, al contrario di quanto successo in Svizzera, con l'indebolimento dello yen e la bassa inflazione le città giapponesi di Tokyo e Osaka - solitamente tra le più care al mondo - sono scivolate all'11esimo e 16esimo rango.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS