Prospettive svizzere in 10 lingue

UE: Campania e Calabria tra le regioni a più alto rischio povertà

Barche a vela arenate lungo una spiaggia di Isola di Capo Rizzuto, provincia di Crotone, in Calabria. (Foto archivio) KEYSTONE/AP/ALESSANDRA TARANTINO sda-ats

(Keystone-ATS) La Campania e la Calabria sono tra le prime quattro regioni in Europa con una quota più alta di persone a rischio povertà ed esclusione sociale. È quanto emerge dall’annuario di Eurostat sulle regioni.

Nel 2022, in Campania si registrava il secondo dato più alto in Europa – dopo il Sud-Est della Romania – con il 46,2%, contro una media europea del 21,6%. La Calabria invece, preceduta da un’altra regione rumena, si attestava al quarto posto con il 42,8% della popolazione a rischio povertà ed esclusione sociale.

Il 18,7% non usa Internet

La Calabria, secondo le cifre di Eurostat è la seconda regione europea con il più ampio divario digitale, con il 18,7% di persone tra i 16 e i 74 anni che ha mai usato internet contro una media Ue del 7%.

Dai dati pubblicati dall’Ufficio statistico europeo si osserva inoltre che nella Regione della vicina Penisola meno di una persona su sette (il 68%) ha utilizzato internet su base giornaliera, un dato che si attesta all’84% sull’intero territorio Ue.

Tra le ragioni che secondo Eurostat spiegano il mancato utilizzo dei servizi legati a internet ci sono la mancanza di competenze, di opportunità, i costi o semplicemente la mancanza di interesse. “L’importanza di tali motivi – si legge – può variare a seconda delle caratteristiche geografiche e socio-demografiche, come l’età, il livello di istruzione, di reddito”.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR