Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Ultimo "check in" per swiss

swiss-American Airlines: per il presidente della direzione André Dosé si tratta di un'alleanza vincente

(Keystone)

La nuova compagnia aerea svizzera è pronta a decollare da domenica prossima. Con una nuova immagine, nuovi velivoli, una nuova alleanza e un nuovo dinamismo, ma nello spirito della tradizione svizzera.

"Mai, nella storia dell'aviazione commerciale, un progetto di tale dimensione è stato realizzato in così poco tempo", ha detto il presidente della direzione generale André Dosé. In effetti, tutto è stato deciso in pochissimi mesi dal forzato "atterraggio" di Swissair. La nuova aviolinea, orientata verso l'unico obiettivo del successo, ha stretto un'alleanza con American Airlines ed offrirà ai suoi passeggeri un servizio complessivo di qualità, concorrenziale ed innovativo.

Tendenza promettente

Davanti a 300 giornalisti venuti a Zurigo da molti paesi europei ed extraeuropei, Dosé ha tracciato il quadro generale in cui intende operare la nuova compagnia. Le condizioni finanziarie sono già note da tempo: 2,7 miliardi di franchi di capitale (quindi, "una base finanziaria molto solida", ha detto Dosé) ed un deficit previsto per quest'anno di 1,1 miliardi di franchi.

Ma a questo proposito, il capo di Swiss ha segnalato che i primi mesi sono stati - in termini di aumento dei passeggeri, del tasso d'occupazione e dei ricavi - migliori di quanto previsto nel "businessplan". Ciò nonostante, Dosé ha detto di voler essere "molto cauto nel prevedere un deficit minore di quello pianificato, anche se questa tendenza ci rende fiduciosi".

Soltanto Airbus: costano e inquinano di meno

Altro elemento innovativo: Swiss si libererà di tutti gli aerei Boeing in leasing e li sostituirà con 13 nuovi Airbus 340-300. Per tre ragioni, ha indicato Dosé: "Perché abbiamo ricevuto un'offerta molto vantaggiosa da Airbus"; perché questi velivoli sono meno inquinanti e consumano meno di quelli americani in rapporto alla capacità; perché la manutenzione dei Boeing è molto più cara. Anche la possibilità di acquistare aerei d'occasione è stata scartata, per gli elevati costi (6-7 milioni a velivolo) necessari ad adattarli alle esigenze di Swiss.

Quanto all'alleanza con American Airlines, Dosé ha detto di provare "una certa fierezza" per questa intesa raggiunta con la più grande compagnia aerea del mondo. "Le possibilità di viaggio e di collegamenti ne saranno fortemente migliorate, sia per i nostri passeggeri, sia per gli americani." Attraverso la American Airlines - che è fondatrice di Oneworld, la maggiore alleanza al mondo tra compagnia aeree - Swiss potrà stabilire stretti contatti anche con Air Lingus, British Airways, Iberia, Cathay Pacific, Quantas, lan Chile e Finnair.

Ricchezza di servizi e qualità

Anche nei servizi a terra ed a bordo dei velivoli le cose cambieranno. Negli aeroporti ci saranno meno perdite di tempo (più personale e check-in "fai da te"), un'informazione più ricca via Internet (anche "wireless"), servizio di limousine per i "vip" e un nuovo concetto di ristorazione. A bordo, maggiore comodità (specialmente in business class), nuova concezione dei pasti, niente più posate e bicchieri in plastica, una nuova scelta di vini, kit "necessari" differenziato per uomo o donna, più ampia scelta di giornali e riviste.

E ancora: possibilità di mandare messaggini SMS in ogni parte del mondo, di fare shopping online (con consegna a domicilio), di nuovi giochi ("Chi vuole essere milionario?"), di ricevere notiziari informativi aggiornati ogni ora, di acquistare orologi svizzeri, di informarsi su come sarà disposto l'arrivo (uscite di collegamento, nastro consegna bagagli).

Tutto questo ha fatto dire a Dosé che "siamo all'inizio di un processo di sviluppo qualitativo del nostro prodotto e dei nostri servizi". Un processo al quale occorre però un certo tempo per essere completato. Insomma, se non sarà tutto disponibile sin dal primo giorno d'attività di Swiss, ci vorrà un po' di pazienza, ma tutto quanto promesso verrà certamente realizzato.

Silvano De Pietro, Zurigo


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×