Un Forum su misura per le piccole e medie imprese

Le tavole rotonde dello Swiss Economic Forum sono sempre molto affollate Keystone

Dirigenti di piccole e medie imprese si ritrovano a Thun per lo Swiss Economic Forum, alla ricerca di nuovi impulsi per pensare e agire in modo non convenzionale.

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 maggio 2006 - 09:34

Al centro di questa edizione vi sono le giovani aziende, alle quali il Forum assegna, come ogni anno, dei premi per incoraggiare i loro primi passi.

"Breaking the Rules" (rompere le regole) è il motto dell'ottava edizione dello Swiss Economic Forum (SEF), che si svolge a Thun dall'11 al 12 maggio. I 1200 partecipanti, soprattutto quadri dirigenti di piccole e medie imprese (PMI), non vengono chiramente invitati ad infrangere i limiti legali.

"Il nostro motto va inteso come un appello all'economia svizzera, affinché abbandoni le regole abituali per lanciarsi verso nuovi orizzonti", dichiara Peter Stähli, che nel 1999 aveva fondato il SEF assieme a Stefan Linder.

Tre pilastri

Solo se le aziende diventeranno ancora più innovative, potranno sussistere sul mercato attuale, dominato da una forte competitività, ricorda l'organizzatore.

I dirigenti delle PMI possono approfittare del Forum di Thun per raccogliere nuovi impulsi, allacciare contatti mirati e perfezionare la loro formazione.

La ricetta scelta dagli organizzatori si basa su relazioni di personalità di primo piano, presentazioni di casi esemplari di PMI che hanno avuto successo, nonché seminari e dibattiti.

Contatto diretto

Nell'ambito di tavole rotonde con esperti, i partecipanti hanno la possibilità di discutere con professionisti affermati questioni aziendali individuali. Le pause e le serate offrono inoltre l'occasione di cercare nuovi contatti o di curare quelli già esistenti.

Con questo programma gli organizzatori riescono regolarmente ad assicurarsi l'interesse del pubblico. Da diversi anni, il SEF è completamente esaurito. Quest'anno i biglietti sono andati a ruba nel giro di soltanto un'ora.

Motivazione e premi

Il Forum di Thun rivolge un'attenzione particolare alle giovani imprese. "Devono lottare su tutti i fronti per assicurarsi i finanziamenti, trovare uno sbocco sul mercato e costituirsi una propria clientela", ricorda Peter Stähli.

Per incoraggiare le giovani imprese ad affrontare il loro futuro, nei momenti più difficili, il SEF attribuisce ogni anno dei premi nei settori del commercio, dei servizi e dell'alta tecnologia.

Grande impatto

Il SEF ha ripreso sette anni fa l'eredità del Forum della giovane economia, lanciato nel 1993 per ridare nuovi impulsi all'economia locale, messa a dura prova in quegli anni dal fallimento della banca Spar- und Leihkasse di Thun.

Oggi, grazie al suo successo, il SEF è diventato a sua volta un motore economico importante per la regione dell'0berland bernese.

"Oltre a ricadute dirette per 1,5 milioni di franchi, il Forum apporta alla regione numerosi pernottamenti negli alberghi", sottolinea Peter Stähli.

L'organizzatore ritiene che molti partecipanti ritornano in seguito nella regione, magari con i loro dipendenti, nell'ambito di escursioni aziendali, seminari o vacanze.

Rispettare alcune regole

Gli organizzatori non vogliono applicare il motto "Breaking the Rules" anche alla loro manifestazione.

"Abbiamo deciso di non far crescere ulteriormente il SEF, dal momento che vogliamo privilegiare la qualità e non la quantità", spiega Peter Stähli.

swissinfo, Renat Künzi
(traduzione Armando Mombelli)

In breve

Le piccole e medie imprese (PMI) rappresentano la colonna vertebrale dell'economia svizzera.

PMI sono considerate le aziende che occupano fino a 250 persone.

Il 99,7% delle 307'000 imprese svizzere sono PMI. Danno lavoro al 66,8% della popolazione attiva.

Circa il 90% delle PMI contano meno di dieci dipendenti.

Secondo uno studio del 2004, nove su dieci imprese svizzere hanno una conduzione famigliare.

Nel 1998, il Dipartimento federale dell'economia ha creato una speciale task force per sostenere le attività delle PMI e coordinare gli interventi della Confederazione in loro favore.

End of insertion

Fatti e cifre

Lo Swiss Economic Forum è stato fondato nel 1999 da Peter Stähli e Stefan Linder.
Oggi, secondo i suoi organizzatori, il SEF rappresenta la riunione più importante per le aziende svizzere innovative.
Il numero dei partecipanti è limitato a 1200 persone.
Il SEF dispone di 6 capacità a tempo pieno, 12 responsabili settoriali e 400 volontari.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo