Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Un sito per i giovani svizzeri dell'estero

Una grafica adatta al gusto dei giovani

La «Revue suisse» lancia swisskids, una piattaforma Internet in quattro lingue per i bambini svizzeri dell’estero.

Una prima nella storia della Quinta Svizzera. Sarà inaugurata il 20 agosto, il giorno in cui si apre il congresso dell’Organizzazione degli Svizzeri dell’estero (OSE).

«Il lancio di swissikids risponde ad un bisogno espresso da diversi genitori» spiega Gabrielle Keller, capo redattrice della Revue suisse, l’organo della Quinta Svizzera edito dall’OSE.

«È un regalo per i bambini in occasione del trentesimo anniversario della Revue suisse», prosegue con entusiasmo.

Bisogno d’informazione…

Swisskids, è il primo sito Internet sulla Svizzera per bambini svizzeri dell’estero. Lo scopo è informarli, in modo attraente e se possibile ludico sul loro paese d’origine. Si tratta anche di permettere loro di allacciare contatti con altri bambini, in Svizzera e nel mondo.

L’OSE offre da parecchio tempo diverse attività per i giovani, come ad esempio soggiorni in Svizzera, campi sportivi estivi e invernali, soggiorni linguistici in famiglie ospitanti, la partecipazione al parlamento dei giovani, e sostegno a coloro che vorrebbero effettuare la propria formazione in Svizzera.

Molti bambini conoscono il proprio paese d’origine solo durante le vacanze, e nemmeno tutti. Molti sentono solo parlare della Svizzera attraverso i racconti dei propri genitori.

Swisskids risponde dunque ad un bisogno d’informazione.

…e di partecipazione

Swisskids offre ai bambini tra gli 8 e i 16 anni numerosi passatempi e interessanti notizie sul proprio paese d’origine. «Trattandosi di una piattaforma interattiva, ragazze e ragazzi sono incitati non solo a consumare ma anche a partecipare», precisa Gabrielle Keller.

Si tratta d’informare in maniera colorata ed attraente. «Si troveranno ad esempio dei reportage sulla storia del cioccolato, gli animali della fattoria o i piatti preferiti dei bambini svizzeri», aggiunge Gabrielle Keller.

Ci sarà anche la possibilità di partecipare a concorsi, per mettere alla prova la conoscenza del proprio paese. Avranno anche l’occasione di mostrarsi attraverso gallerie fotografiche.

E poi la « professoressa Emmi Taler» risponderà online a tutte le domande dei giovani nella sua rubrica di contatto, che permetterà anche degli scambi tra coloro che desiderano corrispondere.

«Non si tratta veramente di un forum, troppo difficile da controllare, a causa delle misure entrate in vigore per la lotta contro la pedofilia», spiega Gabrielle Keller.

Eco favorevoli

Come la Revue Suisse, swisskids è pubblicato in collaborazione con il servizio degli svizzeri dell’estero del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

La redazione è curata da Anna Bähler, giornalista indipendente, specializzata in testi per l’infanzia.

Pubblicato nell’ultimo numero della Revue suisse, l’annuncio del lancio di swisskids ha già suscitato reazioni molto positive e Gabrielle Keller non nasconde la propria soddisfazione di fronte a tanto entusiasmo.

Swisskids appare in quattro lingue: inglese, francese, tedesco e spagnolo. Purtroppo manca proprio l’italiano, ma si spera che presto questa lacuna verrà colmata dalla Gazzetta svizzera nella sua versione online.


swissinfo, Isabelle Eichenberger
traduzione dal francese, Raffaella Rossello

Fatti e cifre

Circa 612 562 svizzeri vivono all’estero
La maggioranza risiede nell’Unione europea
70-80% di loro è di doppia nazionalità
90 000 sono iscritti al registro degli elettori

Fine della finestrella

In breve

La Revue suisse, (tiratura 360 mila esemplari) rivista degli svizzeri dell’estero, viene pubblicata in tedesco, francese, inglese e spagnolo. In Italia vi è una pubblicazione analoga che si chiama Gazzetta svizzera.

Swisskids, la prima piattaforma Internet per i bambini della Quinta Svizzera, appare in tedesco, francese, inglese e spagnolo. L’italiano forse verrà in futuro.

Fine della finestrella


Link

×