Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Una maratona elettorale per il 18 maggio

Molto lavoro in vista per chi dovrà contare i voti nel pomeriggio del 18 maggio...

(Keystone Archive)

Per la prima volta da oltre un secolo, gli svizzeri saranno chiamati a votare su ben 9 temi in una sola volta: 7 iniziative popolari e 2 referendum.

Per questi due ultimi oggetti, la cancelleria federale deve ancora convalidare le firme depositate.

Il Consiglio federale ha fissato mercoledì i temi che saranno sottoposti in votazione popolare il prossimo 18 maggio. In totale popolo e cantoni saranno chiamati a pronunciarsi su ben nove oggetti, cosa che non si ripeteva da ben 137 anni.

Si tratta di sette iniziative popolari e di due referendum sulla riforma dell'esercito e della protezione civile, sempre che la Cancelleria ne confermi la riuscita.

In questo modo, tutti gli oggetti in sospeso saranno sottoposti al popolo. La Cancelleria federale rileva in un comunicato che il numero elevato di temi «non è certamente agevole per i votanti», ma è l'unico modo per rispondere alla richiesta dei partiti e di evitare votazioni popolari in autunno, in concomitanza con le elezioni federali del 19 ottobre.

Sette iniziative...

È raro che gli svizzeri siano chiamati a pronunciarsi su così tanti temi in una sola volta. Per trovare nove oggetti in una sola volta occorre risalire al 14 gennaio 1866. In tempi più recenti, il 17 maggio 1992, si votò su sette temi, tra cui l'adesione della Svizzera al Fondo monetario internazionale.

Le iniziative popolari in votazione il 18 maggio 2003 sono: «per delle pigioni corrette»; «per una domenica senz'auto ogni stagione- una prova per quattro anni (Iniziative per le domeniche)»; «La salute a prezzi accessibili (Iniziativa sulla salute»), «Parità di diritti per i disabili»; le iniziative antiatomiche «Moratoria più- Per la proroga del blocco della costruzione di centrali nucleari e il contenimento del rischio nucleare (Moratoria più)» e «Corrente senza nucleare - Per una svolta energetica e la disattivazione progressiva delle centrali nucleari (Corrente senza nucleare); nonché l'iniziativa «per un'offerta appropriata di posti di tirocinio (Iniziativa sui posti di tirocinio)».

Per tutti questi temi occorre la duplice maggioranza di popolo e cantoni, trattandosi di modifiche costituzionali.

...e due referendum

La sola maggioranza popolare è necessaria per l'approvazione della modifica della legge federale sull'esercito (Esercito XXI) e per la legge federale sulla protezione della popolazione e sulla protezione civile.

Contro questi testi sono recentemente state depositate rispettivamente 63'000 e 52'000 firme, che dovranno ancora essere verificate dalla Cancelleria federale.

Se il popolo approverà i due testi, le riforme dovrebbero entrare in vigore il 1. gennaio 2004.

swissinfo e agenzie


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×