Prospettive svizzere in 10 lingue

Usa: Obama, se vincono repubblicani addio riforma Wall Street

(Keystone-ATS) NEW YORK – “Cari americani, se vincono i Repubblicani potete dire addio alla riforma di Wall Street”: questo il messaggio che il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha diffuso oggi via radio e Youtube nel suo consueto discorso del sabato.
Impegnato in Nevada e in Minnesota nella campagna elettorale a sostegno dei candidati democratici, Obama ha voluto riservare il suo intervento alla riforma del sistema finanziario perchè molti candidati repubblicani promettono all’elettorato – se eletti – di adoperarsi per abrogarla.
“Questa legge – ha detto Obama – è stata concepita per porre un freno agli affari segreti e agli azzardi sconsiderati che hanno portato il sistema finanziario sull’orlo del crollo. La riforma ha istituito il più forte sistema a protezione dei consumatori mai concepito nella storia americana, per mettere fine a un numero imprecisato di pagamenti nascosti, mutui ingannevoli e pratiche abusive”. Grazie alla riforma, i contribuenti americani possono ora star certi che “non si troveranno mai più impiccati a causa di un prestito”.
Il capogruppo repubblicano alla Camera, John Boehner, ha promesso l’abrogazione della riforma nel caso in cui i repubblicani conquistassero la maggioranza in Congresso, anche se sull’argomento il presidente americano può comunque sempre esercitare il suo diritto di veto.
“Nonostante l’importanza di questa legge, e nonostante l’economia abbia traballato proprio a causa delle mancanze del nostro sistema finanziario sotto le vecchie regole – ha proseguito Obama – ora i Repubblicani battono il tamburo dell’abrogazione della riforma e delle protezioni nei confronti dei consumatorio da essa previste. Penso che sarebbe un terribile errore. Perchè la nostra economia dipende da un sistema finanziario in cui ognuno sia messo nelle condizioni di giocare rispettando le stesse regole, che tu sia una grande banca, una piccola impresa o una famiglia che cerca di comprarsi casa o aprire una carta di credito”.

Articoli più popolari

I più discussi

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR