Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Valencia, in attesa del verdetto di Alinghi

Uno scorcio delle infrastrutture previste dalla città spagnola

(Keystone)

Detentore della Coppa America, l’equipaggio svizzero condotto da Ernesto Bertarelli sceglierà, il 26 novembre, la città per l’edizione 2007 del prestigioso trofeo velico.

Sono ancora quattro le città in lizza : Valencia, Lisbona, Napoli e Marsiglia. swissinfo si sofferma oggi sul sito di Valencia.

Dopo le diverse fasi della selezione effettuata da AC Management (ACM), durante le quali sono state eliminate città come Barcellona, Palma di Maiorca, Genova, Sète o Cadice, Valencia figura come favorita tra le quattro ultime pretendenti all’organizzazione della Coppa America 2007.

La città spagnola ha dei buoni atout da far valere. Come quello di ospitare spesso regate nazionali e internazionali. E d’altronde, è proprio a Valencia che si sono disputate le eliminatorie spagnole per le ultime due edizioni della Coppa America.

Venti da 10 a 15 nodi

Il responsabile della comunicazione della candidatura di Valencia, Jaume Mata, ha confermato a swissinfo che il vantaggio principale della sua città consiste proprio nella qualità del luogo dove si svolgono le regate.

Durante la maggior parte dell’anno, sul Golfo di Valencia soffiano venti costanti di 10-15 nodi, che costituiscono una garanzia per lo svolgimento delle gare.

D’altro canto, la profondità dell’acqua, la prossimità della costa, l’assenza di ostacoli sottomarini e di correnti, oltre ad un’eccellente visibilità con meno di 4 giorni di nebbia all’anno, fanno del Golfo di Valencia uno dei luoghi più adatti, in Europa, per le competizioni veliche.

E visto che l’impatto mediatico e le ricadute economiche della Coppa Europa fanno gola a tutti, è quindi logico che Valencia si sia candidata per l’organizzazione dell’edizione 2007 della manifestazione.

I dati dell’ultima edizione giustificano l’enorme interesse suscitato dalla Coppa America. Sul piano mediatico, basti dire che la manifestazione è stata coperta da un centinaio di reti televisive, per un totale di 3000 ore di trasmissione e 3 miliardi di spettatori.

Per quanto concerne l’impatto economico, per il 2007 è stimato a più di 1,5 miliardi di euro, circa 2,5 miliardi di franchi. Ed è pure prevista la creazione di oltre 10'000 posti di lavoro, senza contare i vari interventi della mano pubblica per migliorare le infrastrutture della città organizzatrice.

Questi enormi interessi spiegano facilmente perché ben 65 città europee si siano subito proposte per accogliere la competizione.

Sostegno delle autorità

A Valencia, le autorità comunali, regionali e nazionali hanno costituito il «Consorzio Valencia 2007» per finanziare la candidatura. Perché, considerati i vantaggi finanziari e fiscali che ne potrebbero derivare, il progetto è stato riconosciuto di interesse pubblico.

D’altronde, agli inizi di novembre anche il vice presidente del governo spagnolo, Rodrigo Rato, si è recato di persona a visitare le installazioni del porto di Valencia, garantendo in tal modo il sostegno dell’esecutivo nazionale alla candidatura della città.

Anche numerose altre personalità hanno aderito alla campagna di sostegno per l’organizzazione della Coppa America a Valencia. Jaume Mata sottolinea però che «la strategia della massima discrezione imposta da ACM» impedisce di svelare i nomi di tali personalità. Anche se «i nomi di alcuni sono comunque evidenti per tutti».

Importante centro turistico

Oltre alle qualità del suo golfo e agli appoggi politici, Valencia dispone pure di un altro atout non indifferente: il turismo. Con oltre 4 milioni di visite l’anno, la città è una delle principali destinazioni turistiche d’Europa, dotata di eccellenti infrastrutture alberghiere.

La città millenaria gode di un clima temperato su tutto l’arco dell’anno, con il 90 percento di giorni di sole.

E vanta pure uno straordinario patrimonio culturale, con uno dei più importanti centri culturali del continente: la Città delle Arti e della Scienza, realizzata dal famoso architetto Santiago Calatrava.

swissinfo, José Wolf, Madrid
(adattamento dal francese: Fabio Mariani)

In breve

La 32esima edizione della Coppa America avrà luogo nel 2007, mentre nei due anni precedenti si svolgeranno le regate eliminatorie.
Secondo le condizioni dettate dal «Team Alinghi», detentore del trofeo, per la scelta del luogo di svolgimento delle regate saranno determinanti i criteri meteorologici. In particolare, saranno presi in considerazione i venti dominanti negli specchi d’acqua delle quattro città candidate.
A Valencia, la situazione è caratterizzata da venti costanti di 10-15 nodi.
Lo svolgimento della 31esima edizione della Coppa, in Nuova Zelanda, era stato perturbato dalla parziale assenza di vento.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×