Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Vigilanza in Svizzera per la polmonite atipica

Il centro di diffusione della malattia è Hong Kong, casi segnalati soprattutto tra personale sanitario

(Keystone)

Anche la Svizzera ha deciso misure preventive agli aeroporti per far fronte alla polmonite atipica segnalata nel Sud-est asiatico.

Sollievo per i due casi sospetti segnalati a Ginevra: escluso il contagio. Identificato il virus, presto forse la cura e il vaccino.

Sollievo a Ginevra

L'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha accresciuto la vigilanza sanitaria agli scali di Zurigo e Ginevra: i passeggeri provenienti dall'Asia che giungeranno con sintomi della malattia saranno sottoposti ad un controllo all'aeroporto e se necessario ricoverati in ospedale, ha spiegato Hans Matter dell'UFSP. Gli altri passeggeri saranno informati della situazione.

Tutte le persone imbarcate su voli da città asiatiche devono compilare un questionario affinché possano essere raggiunte in caso di problemi. Matter ha indicato che queste misure sono sufficienti per far fronte alla possibile epidemia: secondo Matter non sarebbe infatti sensato sottoporre a controlli medici tutti i passeggeri provenienti dall'Asia.

Intanto le autorità sanitarie ginevrine hanno informato l'UFSP che due persone, tornate di recente da un viaggio nel Sud-est asiatico con febbre e difficoltà respiratorie, dopo essere state tenute sotto controllo, sono state dimesse perché non contagiate dalla polmonite atipica.

Sintomi del "Sars"

La patologia è stata definita "Sars", "severe acute respiratory syndrome" e si manifesta con febbre alta, tosse, stato confusionale, diarrea. Il centro di diffusione si troverebbe nell'entroterra di Hong Kong, dove è stata riscontrata la maggior parte dei contagi.

Le autorità di Hong Kong non hanno diffuso dati riguardo al numero delle persone contagiate, ma si parla di almeno 47 fra medici e paramedici degli ospedali della città.

Ad Hong Kong è morto nei giorni scorsi un uomo d'affari americano e da Hong Kong erano rientrate, dopo un viaggio, due persone morte in Canada, appartenenti alla stessa famiglia. Casi di contagio si segnalano in Asia meridionale, a Shangai, Hanoi, Singapore.

Controlli in tutto il mondo

Anche le autorità sanitarie di diversi Paesi in Europa e Nordamerica hanno avviato indagini e controlli attivando meccanismi di prevenzione nei principali aeroporti.

Gli aeroporti italiani di Fiumicino e Malpensa sono stati fra i primi, mentre da Francoforte giungeva la notizia che vanno peggiorando le condizioni di salute del passeggero di un volo New York-Singapore messo sabato in isolamento perché colpito dal virus - il primo caso in Europa.

Hong Kong spesso centro di diffusione di virus mutanti

Hong Kong ritorna con preponderante frequenza nella mappa delle infezioni e delle zone visitate da quanti si sono ammalati, e dove una polmonite atipica grave si era manifestata già il mese scorso, colpendo più di 300 persone e uccidendone cinque.

Non è chiaro tuttavia se ci sia un legame tra quell'infezione e quella che ora ha innescato l'allarme mondiale. Per studiare questa eventualità sono giunti a Pechino esperti dell'Organizzazione mondiale della sanità.

Il sud della Cina - e la regione di Hong Kong in particolare - è spesso all'origine di nuovi virus delle vie respiratorie che si crede vengano portati dagli uccelli migratori provenienti prima dell'inverno dagli acquitrini siberiani.

A Hong Kong sono alcune decine i casi di infezione che solo fra il personale ospedaliero sono saliti a 49, 42 dei quali gravi. Una situazione simile si registra ad Hanoi, dove il numero di paramedici contagiati è arrivato a 46.

Una ventina di casi si registrano solo a Singapore, mentre altre decine di infezioni sono state segnalate in Thailandia, a Taiwan, in Indonesia e nelle Filippine.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Identificato il virus, appartiene alla famiglia dei «paramyoxoviridae».
Focolaio: Hong Kong.
Informazioni telefoniche: 031 322 88 04
Nessun pericolo per la popolazione in Svizzera.
Le autorità elvetiche non sconsigliano di viaggiare nel Sud-Est asiatico.
Sintomi della polmonite atipica definita Sars: febbre alta, tosse, stato confusionale, diarrea.

Fine della finestrella

In breve

Il misterioso virus responsabile della «polmonite atipica» è stato identificato ad Hong Kong. Scienziati dell'Università Cinese avrebbero isolato il virus, che finora ha provocato la morte di almeno dieci persone in diverse parti del mondo.

Il virus appartiene alla famiglia dei «paramyoxoviridae». Gli esperti affermano che ora saranno più facili le diagnosi e le cure dei pazienti individuando le medicine adatte a sconfiggere il virus.

Fine della finestrella


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×