Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Washington mette all'indice un'azienda svizzera

Secondo gli Usa, la società svizzera Kohas sarebbe il "grossista" dell'esercito nordcoreano

(Keystone)

Il Dipartimento del Tesoro americano ha congelato gli averi della società friborghese Kohas, accusata di essere il "grossista" dell'esercito nordcoreano.

Secondo gli Usa, la società d'import-export collaborerebbe alla proliferazione delle armi di distruzione di massa.

Gli Stati Uniti hanno bloccato le attività finanziarie sul proprio territorio della Kohas SA, una società svizzera con sede a Friborgo, sospettata di aiutare la Corea del Nord a diffondere armi per la distruzione di massa.

«La Kohas SA agisce in Europa come rappresentante della tecnologia militare nordcoreana ed è impegnata in attività di proliferazione di armi di distruzione di massa sin dall'inizio delle sua attività, alla fine degli anni '80», si legge in un comunicato del Dipartimento del Tesoro americano.

Beni congelati

Il Tesoro ha quindi ordinato il congelamento di tutti i beni finanziari della compagnia negli Usa e proibito alle imprese statunitensi di avere relazione d'affari con la Kohas SA, una società che – ufficialmente – si occupa «del commercio, del marketing, dell'importazione e dell'esportazione di prodotti tecnici di tutti i tipi».

Secondo il Dipartimento di Stato americano l'azienda friborghese fungerebbe da «grossista tecnologico» per l'esercito della Corea del Nord.

Kohas non ci sta

Raggiunto per telefono da swissinfo, il presidente del consiglio d'ammininstrazione di Kohas, Jakob Steiger, ha dichiarato che le accuse sono prive di fondamento e che la sua società non ha mai fatto affari in America e non possiede alcun attivo negli Stati Uniti.

Kohas - precisa Steiger - è specializzata nella produzione di componenti per apparecchi elettronici ed importa prodotti dalla Corea del Nord dal 1987.

Steiger ha pure affermato di non aver mai esportato nulla verso il paese asiatico, e che i conti aziendali sono stati verificati da una società esterna e tutti possono consultarli.

Per il seco nessuna violazione

Per Othmar Wyss, responsabile presso il segretariato di stato all'economia (seco) del controllo delle esportazioni di armi, per il momento non ci sono elementi a sufficienza per portare all'apertura di un'inchiesta.

«Non abbiamo alcuna indicazione della violazione dei controlli all'esportazione da parte di Kohas», afferma Wyss.

Secondo il funzionario del seco, la Kohas figura sulla "lista nera" del Tesoro statunitense in quanto il 49% del suo capitale azionario è detenuto dalla Korea Ryonbong General Corporation, una compagnia nordcoreana i cui averi negli Stati Uniti sono stati congelati lo scorso anno nel quadro della lotta alla proliferazione delle armi di distruzione di massa.

swissinfo e agenzie

In breve

La Kohas SA è una società friborghese fondata nel 1987. È attiva nel «commercio, nel marketing, nell'importazione e nell'esportazione di prodotti tecnici di tutti i tipi».

Il Dipartimento del Tesoro americano ha bloccato le sue attività in quanto sospettata di sostenere le attività di proliferazione di armi di distruzione di massa della Corea del Nord.

Il 49% del capitale azionario di Kohas è detenuto dalla compagnia nordcoreana Korea Ryonbong General Corporation, i cui averi sono stati congelati lo scorso dagli Usa nel quadro della lotta alla proliferazione delle armi di distruzione di massa.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza