Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Zürcher Festspiele al via

Il Direttore artistico delle settimane culturali e la Direttrice aggiunta dello Schauspielhaus annunciano il nuovo programma

(SRF)

La sesta edizione si svolge dal 21 giugno al 14 luglio. Zurigo sarà punto d'attrazione culturale a livello europeo per la musica, l'arte e il teatro.

Dal profilo musicale, il prestigioso programma artistico è stato posto quest'anno sotto il segno del grande compositore russo Dimitrij Sciostakovic. Nella Tonhalle verranno infatti eseguite, in sette concerti, tutte le nove sinfonie di questo mutevole e contraddittorio musicista sovietico.

Quattro sinfonie, le numero 1, 2, 4 e 7 (la famosa "Leningrader"), verranno eseguite dall'orchestra della Tonhalle diretta dal maestro russo Gennady Rozhdestviensky. La sesta sinfonia, collegata con le "Images" di Debussy, sarà eseguita dall'orchestra dell'Opera zurighese sotto la guida del suo direttore stabile Franz Welser-Möst.

In altre due serate, l'Orchestra Sinfonica Statale Ciaikovskij, ospite alla Tonhalle, presenterà ai melomani zurighesi le sinfonie numero 3, 8 e 9, sotto la direzione di Vladimir Fedoseyev. E per finire, alla sinfonia numero 5 di Sciostakovic si dedica Mariss Jansons, con l'orchestra della Tonhalle, mettendola a confronto con l'"Incompiuta" di Schubert. Altre esecuzioni collaterali riveleranno aspetti diversi della produzione di Sciostakovic nel campo della musica da camera e di Lied.

Al Teatro dell'Opera primeggia Verdi

Corposo e molto godibile anche il programma messo a punto dall'Opernhaus (teatro dell'Opera). Sono in cartellone, tra l'altro, anche "Carmen" di Bizet ed i capolavori verdiani "La Traviata", "Otello" e "Rigoletto" sotto la direzione musicale di Nello Santi. Da segnalare anche "Il Turco in Italia" di Rossini, con Cecilia Batoli nel ruolo di Donna Fiorilla. Nelle serate dedicate al balletto verranno presentate le coreografie di Heinz Spoerli, Hans van Manen e George Balanchine.

I "Zürcher Festspiele" approdano anche allo Schauspielhaus (teatro di prosa) con "The Noise of Time", che è il risultato della collaborazione tra l'Emerson String Quartett di New York, famoso in tutto il mondo, e Simon McBurney, il fondatore e regista del leggendario Theatre de Complicite di Londra.

Pièces teatrali e mostre

Altra rappresentazione in programma è "Endstation America", un'elaborazione di Frank Castorf del celeberrimo "Un tram che si chiama desiderio" di Tennessee Williams. Al teatro Neumarkt viene presentata invece una produzione propria, una rappresentazione tratta dal fortunato libro per bambini "Struwwelpeter" ("Pierino Porcospino") dello scrittore e medico tedesco Heinrich Hoffmann.

Nel programma sono coinvolti anche due musei: il celebre Kunsthaus, con una mostra di fotografie di grande formato, e il museo etnografico Rietberg, con un "viaggio" nei mari del Sud, esattamente alle Isole dell'Ammiragliato. Infine, come in ogni evento culturale che si rispetti, non mancano simposî e dibattiti - significativamente riuniti in un programma chiamato "Kontroversen" - sulla dissidenza nell'arte.

Silvano De Pietro


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza