Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Zurich Financial Services, grosse perdite

Zurich ha promesso che tornerà in nero nel 2003

(Keystone Archive)

Zurich Financial Services (ZFS) ha chiuso il 2002 con una perdita secca di 3,4 miliardi di dollari (Sfr.4,8 miliardi).

Il passivo è da collegare al processo di ristrutturazione che ha reso necessari accantonamenti per 3,5 miliardi di dollari.

Hanno gravato sui risultati le sfavorevoli condizioni dei mercati finanziari e borsistici: le perdite contabili sulle azioni in portafoglio si sono attestate a un miliardo di dollari.

Sul piano operativo ZFS ha messo a segno un utile di 1,1 miliardi di dollari, mentre il volume dei premi lordi è salito dell'11% a 62,2 miliardi di dollari.

Effetti della ristrutturazione

«Mentre gli affari non-vita beneficiano delle migliori condizioni da 15 anni a questa parte, la debolezza dei mercati borsistici e il livello bassissimo dei tassi d'interesse pesano sul settore vita e sui risultati dei nostri investimenti», deplora il presidente della direzione, James Schiro.

Il successore di Rolf Hüppi alla testa di ZFS si felicita del fatto che il programma di ristrutturazione comincia a dare gli effetti sperati. La concentrazione sulle attività assicurative continua.

ZFS, nello scorso settembre, ha annunciato il programma di riorientamento delle attività sul settore assicurativo che comporterà la cancellazione di 4'500 posti di lavoro: 2'500 impieghi sono nel frattempo già stati soppressi, di cui circa 500 in Svizzera.

Nessun taglio di posti supplementare

Gli effettivi di ZFS non dovrebbero più essere ulteriormente ridotti, ha detto il responsabile delle finanze Thomas Buess. Il gruppo ritiene di essere in forma migliore rispetto a 12 mesi fa. Nel corso di una conferenza telefonica, James Schiro ha detto di sperare che la ZFS sarà in grado di ritornare a generare profitti nel 2003.

Intanto la Società svizzera degli impiegati di commercio ha chiesto alla ZFS 75 milioni di franchi per finanziare il piano sociale dei dipendenti licenziati in Svizzera. L'unità elvetica del gruppo assicurativo ritiene comunque di essere già stata sufficientemente generosa.

Michael Wiesner, portavoce della Zurigo Svizzera non ha voluto fornire cifre, ma ha detto che una somma notevole, nell'ordine di milioni di franchi, è stata destinata alle misure di accompagnamento del taglio di 500 impieghi, annunciato lo scorso settembre.

swissinfo e agenzie

In breve

Dopo l'annuncio di perdite per 3,4 miliardi di dollari, le azioni della Zurich Financial Services hanno registrato un'impennata. In caduta mercoledì, giovedì a mezzogiorno la quotazione era salita del 3% e si attestava a 103,75 franchi.

Secondo un analista della Banca cantonale zurighese non si devono temere cattive sorprese. Le perdite della Zurich Financial Services sono leggermente più alte di quanto previsto, ma restano nel quadro delle aspettative dei mercati.

Un comunicato della banca Pictet dice che i risultati avrebbero potuto essere peggiori di quelli annunciati. Un fatto che spiega la reazione positiva dei mercati.

Fine della finestrella


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×